Galati Mamertino, presenze gesuitiche in Sicilia

Architetture rinascimentali nella valle dei Nebrodi Diverse ma circostanziate vicende hanno dato vita a una fase di costruzione (e di ricostruzione) di edifici chiesastici nell’area del Valdemone: innanzitutto, il nuovo spirito conciliare post-tridentino che vedeva nell’Isola un particolare afflato da parte di clerici e fedeli verso una Chiesa rinnovata su basi controriformistiche; da non sottovalutare, […]

Leggi Tutto

Mazzarino

Le origini di Mazzarino Probabile città greca dal nome Μακτώριον (Maktorium), Mazzarino fece parte del feudo della potente famiglia dei Branciforte fino al 1812. Città d’arte per eccellenza, patrimonio dell’UNESCO, conserva numerose chiese in stile barocco e un particolare castello di origine bizantina, denominato “u Cannuni”, per l’insolita torre cilindrica puntata come un “cannone” verso […]

Leggi Tutto

Catania, dal Duomo al Monastero dei Benedettini

Catania e la sua storia Visitare Catania è un’esperienza straordinaria. Si va dalle piccole stradine medievali ai grandi viali settecenteschi, si sosta presso i numerosi locali (ristoranti, bar, pasticcerie) della via Etnea, dove si può praticare anche del sano (o insano) shopping. Per un percorso più naturalistico si può puntare sull’Etna, tra pini, querce, estrusioni […]

Leggi Tutto

Naro, il volto medievale della Sicilia

Nella splendida cittadina di Naro, di cui abbiamo già trattato in precedenza, ci immergiamo in un’atmosfera medievale del tutto affascinante, circondati dal calore delle pietre color sabbia e da un cielo terso che sa di primavera. La parte più alta accoglie le rovine del duomo di epoca arabo-normanna (XII sec.), abbandonato già nella seconda metà […]

Leggi Tutto

Partinico, storia felice di una cantina recuperata

Alla periferia sud-ovest  di Partinico si trova un’affascinante costruzione, la Cantina Reale, sorta per desiderio di re Ferdinando I, profugo da Napoli. Durante il suo soggiorno in Sicilia, nel 1799, fu ospite a Partinico di Francesco del Castillo, marchese della Gran Montagna. Quel luogo gli piacque a tal punto da deciderne l’acquisto. Nel 1800 egli […]

Leggi Tutto

Palermo, visita a Palazzo Mirto

Palazzo Mirto, prima di passare nella proprietà dei Filangeri, apparteneva a una ricca famiglia di origini pisane. L’esterno del palazzo storico di Palermo, collocato tra via Merlo e via Lungarini, ha forme tipicamente ottocentesche, dopo un pronto restauro che ne ha modificato l’assetto originariamente tardo-barocco. In via Merlo si affaccia un imponente portone sovrastato da […]

Leggi Tutto

Caltabellotta, castello delle querce

Comune della prov. di Agrigento (123,6 km2 con 4195 ab. nel 2007). Si sviluppò intorno al castello arabo Qal ‛at al-ballūt («Castello delle querce»), eretto dopo l’invasione dell’isola in prossimità dell’antica Tricalache, di cui restano tracce. Occu­pata forse dal conte Ruggero nel 1090, il castello fu riedificato dai re normanni. Nel 1336 il territorio di […]

Leggi Tutto

Selinunte, il mito greco vive ancora

La storia di Segesta s’intreccia a doppio filo con quella di un’altra grande città del passato, sua acerrima rivale: Selinunte. Colonne e rovine di colossali templi greci si susseguono nella verde campagna, che si adagia sull’azzurro intenso del mare. E’ il paesaggio di Selinunte, sita presso la foce del fiume dove cresce ancora il prezzemolo […]

Leggi Tutto